Promuovere la digitalizzazione delle ferrovie: i temi trattati dall’evento UNIFE

UNIFE ha ospitato un evento online intitolato “Boosting railway digitalisation thanks to EU Research and Innovation”, dove gli esperti del settore hanno esplorato il contributo dell’industria alla digitalizzazione ferroviaria, così come il Green Deal europeo. L’evento, parte della campagna “The European Year of Rail” , mirava a discutere ed esplorare come il settore ferroviario può sfruttare le tecnologie emergenti per diventare la spina dorsale del modello di mobilità sostenibile.  

 

Green Deal Europeo Il cambiamento climatico presenta problemi e minacce in tutto il mondo, tra cui l’aumento delle temperature, la riduzione della qualità dell’aria e la perdita di biodiversità. Per mitigare l’impatto del settore ferroviario, la Commissione europea ha dichiarato che l’Europa ha bisogno di una nuova strategia di crescita e sviluppo, che la trasformi in un settore modernizzato e più efficiente. L’accordo si concentra sulla riduzione dei gas a effetto serra entro il 2050, e su di una crescita economica disaccoppiata dall’uso delle risorse, in generale l’obiettivo è quello di garantire che l’economia dell’UE sia il più sostenibile possibile. Durante la discussione, il Green Deal è stato presentato come positivo per il settore ferroviario, permettendo un migliore monitoraggio dei potenziali impatti ambientali. Questo permetterà all’industria di monitorare i suoi progressi e assicurare che i passi che sta facendo riflettano gli obiettivi dell’accordo.  

Treni autonomi La tecnologia che circonda i treni autonomi e senza conducente è stata esplorata da molti anni da diversi operatori del settore. Con aziende come Tesla che fanno passi da gigante nel settore automobilistico, si spera che le ferrovie seguiranno presto con l’implementazione di tecnologie simili. L’automazione dei treni comporta diversi benefici tangibili sia per i viaggiatori che per il trasporto merci: permette di far viaggiare più treni e quindi di poter trasportare più persone e merci; consente una maggiore regolarità del servizio e permette di rispondere più facilmente a possibili imprevisti. Infine comporta anche una diminuzione del consumo di energia. Tutti i costruttori di materiali rotabili e gli specialisti di sistemi integrati sono ai blocchi di partenza per prendere posto su questo mercato promettente che, secondo le stime, genererà tra 30 e 40 miliardi di euro di fatturato tra il 2025 e il 2050 per i produttori di componenti e quattro volte di più nel settore dei nuovi servizi per lo sfruttamento dei dati raccolti.  

Vantaggi della digitalizzazione La digitalizzazione è una parola d’ordine all’interno del settore ferroviario, definito come un processo che usa le tecnologie digitali per alterare e cambiare un modello di business, la digitalizzazione permetterà al settore ferroviario di adottare nuove tecnologie e facilitare una serie di nuovi e vecchi processi. Aumentare la capacità e ridurre i costi operativi saranno i vantaggi più immediati portati da una digitalizzazione orientata al monitoraggio delle risorse critiche, alla manutenzione proattiva basata sulle condizioni ed alla più efficiente calibrazione degli intervalli fra gli interventi di manutenzione. Sistemi di apprendimento automatico, sistemi di bordo e piattaforme IoT modelleranno il modo in cui gli operatori del settore svolgeranno i loro compiti quotidiani, e inquadreranno anche il modo in cui i passeggeri e le merci si muoveranno in futuro.   Per garantire sempre un ottimo livello di qualità Ansaldo Trasporti, anche nel processo di progettazione e pianificazione produttivo degli impianti ferroviari, adatta e rinnova le progettualità in modo da poter ospitare tutte le ultime tecnologie in fatto di sicurezza, adottando componentistica all’avanguardia in grado di soddisfare i sempre più alti standard qualitativi.