I futuri trend del viaggio su rotaia: le novità dal Rail Tec Europe 2021

L’evento Rail Tec Europe di quest’anno si è svolto virtualmente sotto forma di forum digitale. Per cinque giorni, l’evento ha riguardato tutti i settori ferroviari, da come l’industria può migliorare per attirare i passeggeri fino all’impatto che la pandemia ha avuto sul numero di passeggeri.

Durante due seminari “Quali sono le aspettative dopo Covid-19? e “Il comportamento dei viaggiatori durante e dopo Covid-19” si è discusso sull’importanza di attirare nuovamente i passeggeri verso la ferrovia e su cosa fare per raggiungere questo obiettivo, così come il cambiamento verso un maggior numero di individui che preferiscono il telelavoro al pendolarismo in ufficio.

 

Introduzione di nuovi materiali

L’introduzione di nuovi materiali sulle superfici dei treni, come per i mancorrenti, potrebbe aumentare l’ottimismo dei passeggeri sulla sicurezza dei treni. Si è discusso infatti di un nuovo materiale in lamina contenente argento e rame che, secondo i ricercatori, può eliminare gran parte dei virus e batteri che vengono a contatto con la sua superficie, una proprietà  estremamente utile per quelle superfici che vengono toccate da centinaia di persone diverse durante la giornata. Resta da stabilire la modalità più conveniente per un’eventuale introduzione in quanto l’impatto economico, considerando il valore del materiale di partenza, è significativo. Tuttavia i vantaggi sarebbero decisamente importanti.

 

Aumento della congestione sulle strade

Durante la pandemia, i viaggi in auto sono diventati più attraenti e ciò ha visto fiorire l’industria dell’auto di seconda mano. Molte persone hanno scelto di sostituire il viaggio in treno con quello nel comfort della propria auto, che ritengono più sicuro.

 

Delle indagini nei Paesi Bassi volte a studiare il passaggio dal treno all’automobile hanno svelato che circa il 10% dei partecipanti ha effettivamente acquistato un modo di trasporto alternativo, il 50% di questo 10% lo ha fatto per sostituire in modo specifico il viaggio in treno.

Questo trend significa ovviamente più veicoli sulle strade, il che presenta problemi di congestione, e gli analisti si aspettano che a breve questa situazione diverrà poco sostenibile, rendendo le auto un mezzo di trasporto meno attraente, il che potrebbe potenzialmente causare un graduale ritorno ai servizi ferroviari.